Le recensioni di “Colorare la vita”

Cover_Il_Sigillo_del_DragoI gemelli King e il sigillo del drago di Sonia Dal Cason è un libro scritto con uno stile vivace e scorrevole, che sicuramente piacerà ai bambini più piccoli ma anche ai bambini cresciuti (come me) che ancora sognano avventure, esseri leggendari e scenari da favola.

I gemelli King si chiamano Anna eMatt, sono molto simpatici e adorano punzecchiarsi tra loro, ma soprattutto amano le leggende, la storia e l’archeologia:

…a dodici anni sapevano decifrare i geroglifici così come le principali scritture araldiche, erano esperti di miti celtici e conoscevano a memoria le leggende medievali, con una speciale predilezione per quelle che parlavano di maghi e, ovviamente, di draghi

Sì, perché Anna e Matt sono convinti che i draghi esistano veramente, e loro sono pronti a provarlo.

Una delle cose che mi è piaciuta di più è stata la ricchezza e il fascino delle ambientazioni.
Si parte da casa King, che si trova nei Colli Euganei: un luogo che mi piace molto perché parte della mia famiglia si trova lì (vi ricordo che appartengo per adozione alla contrada di San Giacomo, come vi ho raccontato in occasione della mia partecipazione in veste di dama al corteo storico di Monselice).

Ma poi si spazia molto di più, e ci spostiamo nella magica Cornovaglia, alla scoperta di Stonehenge e della mitica Tintagel, l’antica Camelot.

E poi via verso il fascino dell’Egitto, con una crociera sul Nilo e importanti ritrovamenti archeologici, fino all’apice finale in un luogo fuori dal tempo…

Un’altra cosa che mi è piaciuta è il fatto che i fratelli King – al contrario di altri bambini di storie fantasy – hanno una mamma molto severa che li punisce quando compiono le loro imprese pericolosissime. Ed Elena, la mamma, ad un certo punto fa scontare loro una punizione che per me è stata inaspettata e ha dato una svolta inedita a questo tipo di storia. L’ho trovata originale.

La buona notizia è che Sonia Dal Cason sta terminando il secondo volume: sono proprio curiosa di leggere il seguito!! Soprattutto mi incuriosisce il ruolo che vorrà far svolgere a Vivian e Tristan McKenzie, due fratelli che sembrano piuttosto ambigui e pericolosi. In questo primo libro le loro figure sono un po’ rimaste in ombra, mi piacerebbe conoscere di più i loro caratteri!

Link articolo originale

Rispondi